Home / Calcio / Calciomercato 2016: la Serie A seconda solo alla Premier

Calciomercato 2016: la Serie A seconda solo alla Premier

Forse un'inversione di tendenza

Calciomercato 2016: la Serie A seconda solo alla Premier

Non sarà più il campionato più bello e competitivo del mondo e a livello economico la nostra Serie A ha perso diverso terreno negli ultimi anni al cospetto della ricchissima Premier League e della Liga, ma la sessione di mercato appena andata in archivio si porta dietro cifre molto interessanti che potrebbero essere un primo segnale di un'inversione di tendenza. Da un'indagine dell'Osservatorio Calcio Italiano (e secondo i numeri del portale Transfermarkt.it) emerge che la Serie A è stato il secondo campionato in Europa per soldi investiti, 711.34 milioni di euro (+6.8 rispetto allo scorso anno), ma il primo per entrate, 677.42 milioni, in crescita dell'8.6%. In entrambi i casi, si tratta dei dati migliori dell'ultimo quinquennio e le note da prendere con ottimismo non terminano qui: il saldo negativo di 33.92 milioni è in diminuzione del 20.1% rispetto alla sessione estiva del mercato 2015. Grazie alle operazioni andate in porto entro il 31 agosto, il valore delle rose italiane è salito a 2.6 miliardi di euro, dietro ai 3.53 della Liga e ai 4.82 della Premier. Un altro aspetto da sottolineare è l'età media dei calciatori che militano nel nostro campionato, 26.5 anni, più bassa rispetto a quelle di Spagna e Inghilterra, ma ancora dietro rispetto alla Bundesliga (25.2) e Ligue 1 (25.5). Rimane invece alta e in maniera preoccupante la percentuale dei calciatori stranieri, il 56.5, su un numero di iscritti (554) che ci mette davanti a tutti in Europa. Con buona pace dei talenti nostrani desiderosi di emergere e del ct della Nazionale Ventura.

Articoli correlati

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio