Verso l'Inter con il dubbio Thereau

Le alternative dopo l'addio di Penaranda

Verso l'Inter con il dubbio Thereau

05/01/2017

Le prove tattiche anti-Inter procedono ormai da inizio settimana in maniera condizionata dalle defezioni. Il reparto che ne è meno colpito è la difesa, dove l'unico assente è Molla Wague impegnato nella Coppa d'Africa. In mediana Delneri ha provato il terzetto che ormai si candida ad essere titolare, cioè quello composto da Fofana, Kums e Jankto. Con Badu in Coppa d'Africa, Hallfredsson fermato dal problema al collo (l'islandese ieri ha iniziato a fare un po' di corsa e si spera di recuperarlo per domenica), Balic dall'influenza (il croato dovrebbe rientrare oggi in occasione della partitella in famiglia contro la Primavera) e Lodi e Kone ai margini in attesa di buone nuove dal mercato, le scelte per il tecnico di Aquileia sono sostanzialmente obbligate.

In avanti, adesso, scatta l'allarme Thereau. Il francese, sempre alle prese con il problema al ginocchio sinistro che da tempo si cerca di gestire, ieri ha svolto un po' di corsa sul campo al mattino, e ha proseguito il percorso di lavoro individuale nel pomeriggio. Oggi non sarà impiegato in partitella e, a questo punto, l'interrogativo sulle sue possibilità di utilizzo contro l'Inter diventa lecito. Non dovesse farcela il bomber bianconero, che soluzione potrebbe adottare Delneri, guarda a caso appena sancito l'addio di Penaranda, il sostituto naturale del francese?

Sarebbe bello vedere in campo Ewandro: il brasiliano è guarito dall'infortunio che lo ha tenuto fuori negli ultimi tre mesi e ha dimostrato, sia in allenamento che nei pochi minuti disputati finora, un tasso di qualità tale da meritare considerazione. Il ragazzo ha carattere e, se venisse chiamato, lo dimostrerebbe una volta di più. Gli interrogativi sono però sulla tenuta, visto che è chiaro che non può avere i 90 minuti nelle gambe; e sulla necessità di un rientro graduale, non forzato. Non sarebbe male una soluzione con Ewandro dietro alla punta Zapata o alle due punte che Delneri potrebbe scegliere. Il fatto è che l'Udinese crede in lui e vuole stare attenta a non 'bruciarlo'.

L'alternativa potrebbe essere l'utilizzo di Matos a destra e De Paul a sinistra, con i due pronti a scambiarsi in campo le posizioni. Una soluzione forse più sicura, visto che i due in questione hanno più minutaggio rispetto a Ewandro.

Non sembra percorribile l'alternativa Lucas Evangelista, assente ieri all'allenamento e ormai tra i candidati a cambiare nuovamente aria.

E' chiaro che Delneri spera fino all'ultimo di poter avere a disposizione il suo bomber: nell'attesa, oggi contro la squadra di Mattiussi svelerà quella che per lui potrebbe essere la migliore soluzione alternativa.