Home / Blog bianconeri / Udinese: mercato old style

Udinese: mercato old style

La rivoluzione dello scorso anno è stata solo un'eccezione

Udinese: mercato old style

L'Udinese va. Grazie a Delneri, la squadra sta ritrovando identità, gioco e risultati. E la missione salvezza è già a buon punto. Delneri ha 'aggiustato' un complesso che da tre anni steccava. Il girone di ritorno è tutto da giocare e vedere come va. E stavolta, dal mercato, non servono stravolgimenti importanti come è accaduto un anno fa quando, contravvenendo al suo stesso modo di fare e di pensare, l'Udinese aveva fatto ricorso a numerose operazioni.

Esattamente dodici mesi orsono, l'Udinese aveva chiuso il girone di andata a 24 punti e Colantuono confidava molto nel recupero di Zapata per un ritorno che sarebbe dovuto essere migliore. L'anno era iniziato con la vittoria sull'Atalanta, ma già la sconfitta di Carpi aveva fatto suonare il campanello dall'allarme. Tanto che la società decideva di fare abbondante ricorso alle forze che il mercato metteva a disposizione. Il pesante poker inflitto dalla Juve in quella che doveva essere la giornata della festa  del 'Friuli' avevano chiarito una volta di più che servivano accorgimenti. Ed ecco arrivare giocatori come Kuzmanovic, Hallfredsson, Matos e partire gente come Iturra, Marquinho e Kone, giocatori che proprio non riuscivano a rendersi utili alla causa. Non erano gli unici, sia chiaro. Ma Iturra non era mai riuscito a integrarsi nel calcio italiano (per la verità, nemmeno a Granada era stato irresistibile, pur essendo riuscito a diventare il beniamino dei tifosi grazie all'agonismo che metteva sempre in campo); Marquinho...nessuno ha mai capito come sia arrivato e cosa sia venuto a fare. Kone era il flop ereditato da Stramaccioni.

In compenso arrivarono nuovamente giocatori non 'da Udinese': Kuzmanovic, Hallfredsson e Matos. I primi due dovevano portare esperienza ed effettivamente ne avevano. Matos era uno di quei talenti rimasti inespressi. Si sperava che l'aria di Udine giovasse a tutti loro. Invece, complice la situazione caotica sia dentro che fuori dallo spogliatoio (si diceva allora che anche la società continuava a fare errori con scelte davvero poco lineari) lo stato di crisi perdurò, alla faccia dei nuovi acquisti. E' vero, si sa che a gennaio è difficile fare buoni affari: ma alla fine due su tre di quelli che sono arrivati a gennaio 2016 sono ancora qui e il terzo, Kuzmanovic, è tuttora rimpianto.

Con Delneri la musica è cambiata. Il mister vuole un numero ristretto di giocatori e da quando è arrivato sta provando a fare con quello che ha, conscio che quando si eredita una squadra in corsa è più difficile intervenire a gennaio. Ha trovato il terzino sinistro che mancava, Samir, e con lui pur 'adattato' si può andare avanti; a destra Faraoni può essere il vice Widmer; in regià ha promosso Hallfredsson; davanti Zapata e Thereau hanno collocazione, su Matos e De Paul si può lavorare. E' vero, in mediana servono aggiustamenti, visto che la maggior parte dei giocatori in uscita fa parte di quel reparto: Lodi, Kone, Badu, Evangelista. Come va ripetendo il Ds Bonato, non ci saranno nuove entrate se prima non si liberano posti: e al momento è tutto fermo. Potrebbe presto risolversi la situazione di Lodi, ma sarebbe ininfluente visto che in fila, e da tempo, c'è Balic. Kone al 90% troverà sistemazione: ma anche a lui Delneri ha già rinunciato da un pezzo. Le cose potrebbero prendere una certa piega se davvero Badu dovesse partire (prima ancora di rientrare dalla Coppa d'Africa): ecco perchè compare insistentemente il nome di Faragò.

Ma la tendenza è a guardare più in prospettiva, per diverse ragioni: la società ha davvero intrapreso nuovamente la linea verde e quella implica investimenti futuri; investimenti vagliati dal mister che, se rimarrà come si spera, vorrà operare ex novo dalla prossima estate. Quella che lui stesso potrà creare sarà la sua Udinese.

Una squadra che sta mettendo le basi adesso, con uno sguardo già rivolto al futuro. Perchè adesso, fino a giugno, siamo (quasi) a posto così.

Articoli correlati
116 Commenti
massimetto

Non conosco Lasagna......mah...l'unica nota positiva è che è italiano, sul valore del giocatore, non per essere sempre critico, ma mi pare che insomma,come ha più volte sottolineato ad es Giacomini, si tenda a pescare nella fascia me*** bassa a livello qualitativo.......naturalmente spero di sbagliarmi e che faccia 30 goal ma............:rolleyes:

semedela

beh,messi ha rifiutato e dybala se va via preferisce il real madrid

gallina

massimetto....guardati qualche partita del carpi,,,e poi ne riparliamo ...
poi se come dice seme..speravi in messi o ronaldo...allora si ...lasagna è un giocatore da fascia medyo basso

Guidolin4ever

non conosco Lasagna neanche io, e mi lascia perplesso che in A a Carpi non giocasse...
Tuttavia Gigi e Bonato non sono degli sprovveduti, massima fiducia alle loro scelte. Da Giarretta-Iachini ne abbiamo fatti di passi avanti...

Alexis7

L'Udinese si regala Kevin Lasagna. Non per questo campionato ma per il prossimo: operazione chiusa a titolo definitivo col Carpi, ultimi dettagli da risolvere con l'agente dell'attaccante classe 1992 e concorrenza della Sampdoria sbaragliata. Come raccolto da Dario Massara di Sky Sport, agli emiliani andranno 4,5 milioni di euro più bonus, col numero 15 che resterà a Carpi fino a giugno. Inoltre, la squadra allenata da Fabrizio Castori avrà una percentuale sulla futura rivendita di Lasagna. Che si scalda per l'Udinese.

AbelBalbo71

Appena letto:buonissima notizia!!!

AbelBalbo71

La società sta facendo bene, con Bonato in testa che parla solo quando deve e senza illudere nessuno. Speriamo adesso prendano anche Faragò e Dickmann, per adesso o anche psr giugno, andrebbe benissimo uguale. Brava la società!!!!

gallina

Bene..davvero contento

gallina

se arrivasse anche farago e dickman sarebbe un gran regalo..

Le gemelle

Per la panchina va bene

gallina

gemelle te lo conosci come giocatore??
aspetta di vederlo prima di dare un giudizio non credi?

Le gemelle

Guarda che il mio era un giudizio lusinghiero. Fare panchina in A in una squadra da metà classifica non è da tutti.
Soprattutto per chi finora ha fatto panchina in serie A al Carpi e qualche (bel) gol in B.
Se Lasagna sarà la punta titolare il prox anno per me non ci siamo.
Felice di sbagliarmi.

Michele

Sono un pò perplesso su Lasagna....preferivo di gran lunga Paloschi che (penso) costava poco di più e che garantiva sicuramente la doppia cifra in fatto di goal segnati....

gallina

gemelle...lasagna te lo sottovaluti alla grande...
il ragazzo in questa udinese segnerebbe di sicuro diversi gol già da adesso...
cmq arriverà l'anno prossimo..e sono certo che delneri saprà decidere per il meglio

blaso

Avrà cmq tutto da dimostrare.
Cmq un acquisto interessante.

semedela

per la panchina è perfetto zapata

linus

Kevin Lasagna è dell'Udinese..rimane al Carpi fino a Giugno.

Edok

Un nome per il centrocampo: Cataldi

Michele22

Zapata buona media gol a partita?
13 goal all'udinese in 41 presenze? Di cui tutte da titolare e da prima punta......

Draug

Parlando di minutaggio, non di presenze, Zapata con la maglia dell'Udinese segna 1 gol ogni 235 minuti. Ovvero poco meno di un gol ogni 3 partite. Su una proiezione di 38 giornate sarebbero 14 gol.

semedela

non ha una media gol migliore di tanti altri. proviamo anche ad analizzare le rifiniture sbagliate e i passaggi sbagliati. cosi' si vede quanto incide positivamente o negativamente sulla manovra della squadra

rdeval

A centrocampo se vogliamo far giocare balic e jankto siamo a posto così... dietro e davanti si potrebbe fare qualcosa in ottica futura...
In attacco visto che zapata prx anno bye bye e therau un anno in più, bisognerebbe provare perica ed ewandro e scartare matos, de paul lo terrei, però prenderei un giovane bravo non prima punta ma tipo penaranda.
In difesa se partono hertreaux e wague allora serve un centrale se parte solo il primo no. Se adnan va serve un terzino sinistro magari anche un giovane dalla serie b.

pa170

stanno lavorando per riscattare zapata (per accontentare del neri) e piazzare widmer, a giugno.
sicuramente hanno addocchiato qualche prospetto in sudamerica e se ne avranno l'occasione lo prenderanno
sul resto si possono giudicare i movimenti di mercato solo se sono noti gli obiettivi. la squadra è a metà classifica ma ha un distacco di 10 punti, mettiamo 7 visto che lo scontro diretto è qua, con l'atalanta che è un punto di riferimento per la corsa all'europa quest'anno. sta migliorando molto, gli manca un bomber che la butti dentro due terzini che sanno saltare l'uomo (non solo in velocità...) e andare sul fondo. su entrambe le fasce, anche se a mio giudizio faraoni promette tra fase attiva e passiva più di widmer, e quindi mi aspetterei un investimento a sinistra.
ma dire tra adesso e giugno cosa sia meglio, non mi azzarderei....

a giugno dovranno verificare se potranno cedere hallfreddson prima che vada in scadenza, felipe secondo me lo tengono se non arriva un altro centrale col piede sinistro, una cosa a cui del neri presta particolare attenzione nel suo modo di intendere il calcio

pa170

poi a giugno può anche essere che facciano a cambio con babacar..........

lex

fulvio però dice che l'udinese compra solo giocatori che possono essere rivenduti ad una grande squadra, per esempio al suo milan. zapata è un fenomeno, lavora per tre, fa reparto da solo e ha una media goal strepitosa, ma difficilmente una grande squadra, per esempio il milan di fulviofellet, spende più di tre, quattro milioni per un attaccante che vogliono tutti ma che solo gino è riuscito a portare ad udine. spendere tanti per guadagnare pochi non è però da udinese. e allora qui le cose sono due; o la società ha cambiato strategia o fulvio racconta balle. il discorso su zapata invece è una questione di fede. o uno crede al vangelo secondo gino o non lo fa.

cianfa

il ritardo sul rinnovo di Felipe potrebbe essere proprio perché centrale di sinistra lo farà Samir

cianfa

pa170, tu credi veramente che riscatteranno/compreranno il Panteron?

eli40

io ti assicuro che in dirigenza udinese non sono molto soddisfatto di Zapata, eufemisticamente.

pa170

so che del neri lo stima

pa170

eli sai che all'udinese contano solo i $$$$$$$$$$ e i dirigenti sono dei ... ministri senza portafoglio (in furlan..... "pipinots")
quel che conta è il profumo di soldi e quella è l'unica cosa su cui si basano i ragionamenti di gino ..........che se può comprare a poco per sperare di vendere a molto ..................

cianfa

escludo che il Napoli lo venda a poco...

semedela

e io escludo che poi lo puoi rivendere a un prezzo più alto di quello di un eventuale acquisto

pa170

seme ci stanno provando a prenderlo, qua comprano solo con la speranza di rivendere lo sai benissimo

semedela

io dubito che vogliano prenderlo. proprio per il motivo che indichi tu. cercano un profitto. e zapata non offre grandi speranze in questo senso. poi Delneri lo fa giocare solo perché è l'unica prima punta che abbiamo in rosa. e gigi non gioca senza prime punte

zinne

Acquistato Lasagna per 4,5 più bonus... Zapata torna a Napoli.

pa170

zinne guarda che lasagna è diverso da zapata.... vedremo cosa vogliono fare

semedela

poi il fallo che il tesseramento di lasagna coincida con la fine del prestito di zapata non mi sembra un caso

eli40

PA non so quanto sia fattibile il guadagno su zapata..un attaccante che non segna mai non è molto appetibile

zinne

Pa certo che è diverso come caratteristiche ma sempre di una prima punta parliamo, più tecnico

tobanis bis

Le verità direi che al momento sono due
- Gigi sta facendo bene, per ora, nulla vieta che nel ritorno dia di matto, ma continuando così saremo vicini ai 50 punti;
- le ultime sono di una scarsezza paurosa, se non fanno un gran mercato e cambiano registro, la salvezza sarà a quote bassissime, e per bassissime intendo sui 30 punti o forse meno

Da qanto sopra, siamo salvi, a meno che sotto TUTTE e 10 (quelle sotto) dacciano un ritorno da Champions, e noi neanche un punto.

Condivido pertanto l'idea, diciamo a 10 gg dalle fine, di inserire via via quelli che saranno i prospetti per il futuro, e fargli provare la serie A "seriamente".

tobanis bis

Scusa AI volevo rispondere alla tua e mi è venuto un commento a parte.
Scusate anche gli errori di battitura.

Al

In fondo meglio così, anche constatato che la salvezza è (salvo disatri) sicura e che rifare una squadra a maggio raramente porta buoni esiti:
meglio far giocare i giocatori che sicuramente ci saranno anche il prossimo anno o su cui si sta facendo una valutazione di prospettiva ( Scuffet, Faraoni, Balic, Perica, Ewandro ad esempio) anche in vista della fine dei prestiti di Kums e Zapata.
fare pochi acquisti e mirati soprattutto nell'ottica di un inserimento graduale per la prossima stagione (cosa che alcuni anni fa veniva fatta più di frequente), un nome può essere Faragò, ma non andrei oltre le due pedine.

selmosson

mandi, brava monica bell'articolo ....emoticon

edadox

1) ma Evangelista come sta? (che qui è indicato come "in uscita") io sarei curioso di vederlo come mezz'ala o come vice de paul...
2) Konè se bocciato da Gigi giusto in uscita anche se a malincuore, era il nostro grande acquisto (e sfido a trovare qualcuno che fu contrariato dal suo ingaggio) ma non si è mai espresso al massimo tra infortuni e altro...
3) Io, vista la partenza di zapata, mi lancerei anche per prendere Lasagna, anche se sono sempre rimasto perplesso dal suo poco utilizzo l'anno scorso con il Carpi, giustamente Gallina dice che Castori vedeva meglio Mbakogu ma l'italiano oltre ai 5 gol se non ricordo male aveva sfornato anche qualche assist, non vorrei che in allenamento non fosse lo stesso delle partite (magari privo di motivazioni), comunque è un giocatore che può darci la profondità adatta al gioco attuale...
4) Proverei a piazzare anche Badu in inghilterra magari per un po' di quattrini da girare su qualche giovane interditore (uno alla Pinzi diciamo) che ci manca, anche per dare più solidità che né kums né alfredo riescono ad assicurare (vedi ultima con l'inter che con Banega e J.Mario ci hanno spaccato il cc)...

Milou

a parte Kuzmanovic la squadra ne uscì indebolita dalla scorsa rivoluzione, quest'anno se non si vuole ripetere il solito girone di ritorno di sofferenza occorre non vendere nessuno (a parte Kone e Lodi e magari Matos e Heurtaux) e rinforzare la squadra con un innesto per reparto

zinne

qualsiasi allenatore non vorrebbe gestire una squadra di 29 giocatori... sfoltire significa anche diminuire il numero di giocatori e gestire molto meglio il gruppo... il gruppo inteso come squadra, è fondamentale ancor di più delle capacità tecniche dei calciatori

Aldo48Bo

Concordo con zinne!
E sopratutto spero che arrivati a 30 punti o poco più venga dato spazio a Scuffet, Perica, Ewandro e BAlic per vedere se sono pronti per il prossimo anno!

blaso

Milou a partire infatti saranno solo quelli da te citati ovvero i cosiddetti esuberi

toto-dina

I commenti di zinne e aldo uniti assieme sono senza ombra di dubbio la pura verità...... concordo pienamente!

barpawer

Concordo pure io, inutile prendere seconde scelte (perché a gennaio questo trovi se non spendi in doppia cifra) solo per far numero, potrebbe invece essere una buona occasione per prendere un buon giovane di prospettiva da inserire nel gruppo.

zinne

Detto fatto preso lasagna

toto-dina

I commenti di zinne e aldo uniti assieme sono senza ombra di dubbio la pura verità...... concordo pienamente!

Tarassaco

Questo che abbiamo adesso è davvero un bravo allenatore. Mentalità, simpatia, esperienza, ha saputo recuperare una squadra "persa".
Ora, per il rinnovo di Del Neri non so quanto conti questa politica minimalista della società. Se fosse come dice l'articolo che per adesso Gjgj si accontenta e che poi da fine campionato arriveranno i giocatori per coprire alcuni ruoli che lui richiede, sarebbe anche accettabile/sopportabile. Ma se così non fosse, se cioè avesse richiesto qualcosa/qualcuno già per gennaio e la società gli avesse detto, come letto in questi giorni, prima vendiamo e poi eventualmente all'ultima ora dell'ultimo giorno prendiamo gli scarti degli altri, chissà se resterebbe. Magari nel girone di ritorno sarebbe capace di tirar fuori sangue dalle rape, ma potrebbe anche, in contemporanea, covare il pensiero che se lo hanno fregato una volta non vale certo la pena farsi fregare per il resto dei suoi giorni da allenatore, seppur in una terra amica. Ecco la mia preoccupazione.

GARUDA

Sig Gallina sono coerente a ragione con i miei punti di vista,
stare in serie A, andare in Europa,sta*** nuovo, salvezze e tanta roba solo con bravura e professionalità in tutte le componenti si può raggiungere certi obbiettivi non c'è niente di scontato... I giudizi emotivi o condizionati da risultati di un periodo limitato sono relativi...

gallina

garuda,,,per carità non volevo fare polemica...dico solo che a volte non va tutto bene e dirlo non significa essere meno tifosi

Allanon

3 anni e mezzo, nel calcio, non sono propriamente un periodo limitato....

GARUDA

Sig Gallina anche qui abbiamo differenti punti di vista su cosa sia il bene e il male, e su cosa focalizzarsi..

gallina

Garuda perdonami ma non credo ci sia il male o il bene..solo alcuni errori di valutazione o scelte azzeccate

Omar-il-Grigio

Garuda, tra il bianco ed il nero esiste una gamma assai estesa di grigi. E io ne sono la prova vivente emoticon

zinne

Garuda... da come parli sembri l'avvocato dell'udinese

GARUDA

Zinne propongo punti di vista diversi

Allanon

Gallina, sei ammirevole per come cerchi di interloquire in maniera garbata, come è tuo costume fare, con Garuda.... ma è come instaurare una discussione con i risponditori automatici dei centralini.....: " prema 1 se vuole elogiare la società....prema 2 se vuole elogiare direttamente sua maestà....prema 3 se vuole lasciare un messaggio di giubilo... per riascoltare le lodi su risultati e sta*** nuovo prema 4" emoticon

zinne

Allanon... propongo premio al miglior commento della stagione, assieme a diversi commenti di Omar..

pa170

emoticon

Guidolin4ever

Beh anche il suo commento sulla foto di Lodi "come un gatto piantato in mezzo alla strada di notte illuminato dai fari" e' un qualcosa di spettacolare...

nickname2

se la tendenza è guardare in prospettiva parlare di Kuzmanovic è contradditorio
un pochino

zinne

infatti, se leggi l'articolo, si dice proprio che lo scorso anno è stato eccezionale negativamente da questo punto di vista!

nickname2

si ma allora perchè dici che Kuz è tuttora rimpianto
se non è da Udinese

zinne

ma credo che ora come ora nessuno stiia rimpiangendo Kuzmanovic... Fofana, Kums, Halfredsson e Jankto stanno facendo molto ma molto meglio... Il Kuz bisogna dire che cmq ha dato una grande mano lo scorso anno, altrimenti era ancora peggio!

barpawer

Penso sia l'unica inesattezza di un bell'articolo.
Kuz ha fatto bene l'anno scorso e ci ha dato una buona mano, ma visto com'é il nostro centrocampo quest'anno credo che nessuno lo rimpianga.

lex

Invece puntare su kuzmanovic e verre era molto più sensato che prolungare il contratto a Lodi e non vendere kone. Kuzmanovic, kums, verre, fofana, jankto e halfredsson e non ti mancava niente.

barpawer

Mi correggo, uno c'é! Ma direi che non fa testo... emoticon

LorenzoP

Più di qualcuno avrebbe voluto ancora in squadra Kuzmanovic, uno di esperienza, fisicamente tosto e che si batteva bene in mezzo al campo. Visto che Kums non è sempre a suo agio nel ruolo e Hal ha spesso problemini fisici, si sarebbe sicuramente ritagliato il suo spazio anche quest'anno

barpawer

LorenzoP quello che ha e aveva problemi fisici è proprio Kuzmanovic, e difatti a Udine nonostante avesse giocato discretamente aveva una scarsa tenuta atletica: l'abbiamo preso che veniva da un'infortunio e adesso ha problemi al tendine d'achille, al Malaga ha fatto 4 partite su 17.

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

I cugini di Gran Bretagna

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Altri mondi

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori