Udinese-Inter: Delneri con Pioli se la gioca

I temi della prima sfida dell'anno

Udinese-Inter: Delneri con Pioli se la gioca

06/01/2017

'Amala, pazza Inter, amala' - Mai ritornello fu più azzeccato nell'inno ad una squadra. E' vero, l'Inter è proprio pazza. Una squadra che soffre e fa soffrire i tifosi, che poi azzecca il risultato quando meno te l'aspetti. Una peculiarità che in qualche modo dà coraggio agli avversari. Delneri, anche per questo, intende giocarsela e ha preparato la gara nei minimi dettagli, semiritiro compreso.

I numeri pre-partita vedono un'Inter decisamente favorita dalla storia: il bilancio delle gare in A vede i nerazzurri vittoriosi 41 volte in 86 partite (20 i successi dell'Udinese) e al 'Friuli' 18 volte su 43 (11 successi bianconeri). 

Anche a guardare il valore delle rispettive rose, il confronto si presenta difficile per i friulani: l'Inter ha un parco giocatori che ammonta a 326 milioni contro gli 87 dell'Udinese che a inizio mercato ha ceduto già due elementi, Armero e Penaranda. Nell'Inter dei big ci sono ben 19 nazionali contro i 12 bianconeri e quasi tutti stranieri: d'altro canto, l'Udinese ha 23 giocatori di altri Paesi in rosa, l'Inter 22.

Delneri punta al risultato, l'Inter non fa troppa paura: Pioli, quarto allenatore di questo campionato (iniziato comunque con Mancini che ha fatto la preparazione estiva, e proseguito poi con De Boer e Vecchi) sta cercando di recuperare l'ennesima stagione balorda. Con lui in panchina (dalla 13esima giornata) sono arrivate 4 vittorie, 1 pareggio (nel derby) e una sconfitta (con il Napoli). Anche l'Udinese, a sorpresa, ha cambiato presto tecnico quest'anno e con Delneri sta ritrovando fiducia, risultati e feeling con i tifosi. Delneri ha portato 5 successi, 3 pareggi e 3 sconfitte. Il suo personale confronto con Pioli vede una parità assoluta: 1 vittoria, 3 pareggi e 1 sconfitta ciascuno. Nel bilancio con l'Inter, Delneri ha una media punti di 1,19; al contrario, in quello con l'Udinese, Pioli si ferma a 1,08.

Il tecnico dell'Inter, poi, solitamente non inizia bene l'anno: ha totalizzato ben 10 ko alla prima dopo le feste natalizie, di cui uno proprio contro l'Udinese quando allenava il Chievo. In compenso, Icardi si esalta alla prima mentre Eder ha nell'Udinese la sua vittima preferita: 6 gol fatti ai friulani in 9 gare.

Il 'fattore' arbitro, stavolta, dice meglio all'Udinese che, con Doveri, ha un bilancio 'equilibrato': 4 vittorie, 4 pareggi e 5 sconfitte. Peggiore il feeling tra il fischietto romano e l'Inter: 1 solo successo, 4 pareggi e 4 sconfitte con lui.

Come detto, Delneri se la vuol giocare, alla faccia del grande dubbio Thereau: il francese vorrebbe esserci, per il mister è preziosissimo, ma proprio per questo andranno fatte tutte le valutazioni del caso prima della decisione finale sul suo impiego. La certezza davanti, a questo punto, è Duvan Zapata, il giocatore di maggior valore della rosa (8 milioni secondo transfermarkt). Sarà ancora lui l'ariete di Delneri, quello che stavolta darà vita al confronto con Maurito Icardi, capocannoniere di A con 14 gol. Il colombiano ha segnato finora solo 5 reti ma lui è l'arma in più di Delneri per mandare in tilt le difese avversarie: se poi trova anche la porta, tanto meglio. Domenica, a maggior ragione, dovrà cercare di farlo..