Home / Blog bianconeri / Udinese, prima partita 'che vale'

Udinese, prima partita 'che vale'

I bianconeri devono passare il turno di Coppa Italia

Udinese, prima partita \u0027che vale\u0027

Stop alle amichevoli. Adesso è l'ora delle partite che contano. Quelle che valgono i tre punti o significano 'dentro o fuori'. E il primo avversario per l'Udinese, il Frosinone, è assolutamente alla portata.

Un appuntamento, quindi, da non fallire ma il cui esito non è così scontato. Un anno fa, era il 13 agosto 2016, proprio in Coppa Italia, è arrivata la prima grande delusione della stagione con l'eliminazione dei bianconeri decretata dal 2-3 casalingo contro lo Spezia. L'Udinese si fece rimontare il gol iniziale di De Paul e finì sotto per 1-3 prima del gol finale di Zapata. Allora Iachini parlò di episodi sfortunati (Zapata sbagliò anche un rigore) e di 'retaggio mentale da superare'. Fatto sta che fu un dramma e i tifosi già intravedevano lo spettro di una nuova stagione da incubo.

Oggi sulla panchina dell'Udinese c'è Delneri: lui, dal punto di vista della fiducia, è una garanzia. Ma non può fare miracoli e se gli mancano i giocatori...L'infortunio di Widmer era l'imprevisto nefasto più temuto. E si è verificato. In rosa non c'è un sostituto: Delneri ha adattato Wague, lo spettro del difensore di belle speranze intravisto nelle prime due stagioni in bianconero. Il mister, già a dicembre, lo aveva retrocesso nella scala gerarchica del reparto difensivo (comunque dei centrali, visto che per Delneri quello è il suo ruolo naturale) e oggi che si ritrova un giocatore che non pare motivatissimo, potrebbe ben rinfacciare la scelta azzeccata.

Ma tant'è, non si può fare altro. E probabilmente per almeno un mese.

Non ci saranno ancora Perica e Jankto mentre si spera di vedere all'opera il nuovo acquisto Bajic, rimasto a Udine per trovare la condizione. Il bosniaco deve iniziare a immagazzinare minutaggio. 

Delneri potrebbe proporre una variante rispetto all'amichevole con il Celta Vigo in cui ha dato molto spazio a Balic. Il centrocampista, infatti, potrebbe lasciare il posto inizialmente a Fofana ed essere preservato per la prima di campionato. 

In sostanza al Frosinone potrebbe essere opposto un 4-4-2 formato da Scuffet; Wague, Angella, Nuytinck, Pezzella; De Paul, Fofana, Hallfredsson, Matos; Lasagna, Thereau.

Per contro l'italianissimo Frosinone (ha solo tre stranieri in rosa), che deve rinunciare all'infortunato Maiello e ha ancora i dubbi Dionisi e Bardi (giocatore di maggior valore della rosa), potrebbe proporre un undici in cui spicca l'ex Sammarco nel 3-4-3 composto da: Zappino; M.Ciofani, Ariaudo, Krajnc; Paganini, Sammarco, Gori, Beghetto; Soddimo, D.Ciofani (C), Ciano.

Il tecnico dei ciociari Longo ha già dichiarato battaglia: anche il Frosinone punta al passaggio del turno. Delneri con i gialloazzurri ha un unico precedente, peraltro sfavorevole, e vorrà vendicarlo.

E' proprio ora di fare sul serio.

SUL PICCOLO SCHERMO

Blog bianconeri

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Interviste esclusive