Home / Blog bianconeri / Udinese, peccato: incuriosiva la nuova formazione

Udinese, peccato: incuriosiva la nuova formazione

Necessario corroborare il clima campionato

Udinese, peccato: incuriosiva la nuova formazione

Precisiamo che pur con un Immobile a mezzo servizio, non sarebbe stato facile strappare punti all’Olimpico. Nessuno potrà negare infatti, che la Lazio di Simone Inzaghi rappresenti la vera sorpresa di stagione. I numeri addirittura straordinari: 14 vittorie stagionali su 16 gare, 10 su 12 in serie A, 4 su 4 in Europa League dove si è già qualificata come 1ª nel girone con due turni d’anticipo, doppia vittoria sulla Juventus e conquista della Supercoppa, capocannoniere del torneo, IMMOBILE, autore di 18 gol in stagione, ma soprattutto un allenatore emergente, oramai blandito da mezza Europa, e osservato speciale dal duo Marotta-Paratici per il post Allegri alla Juventus.

Solo Spal in avvio, e Napoli, dopo un primo tempo tutto di marca laziale, sono state in grado in stagione di sottrarre punti agli aquilotti, in entrambe le circostanze proprio all’Olimpico di Roma. I laziali negli ultimi 6 turni sono reduci da altrettante vittorie, incluso la “manita” rifilata al povero Benevento al Vigorito.

L’Udinese di un rinfrancato DELNERI voleva provarci davvero a tentare l’impresa, cercando di rallentare quanto più possibile il passo di un treno biancazzurro che da tempo sfreccia a velocità incontrollata. Orfano dei mediani BEHRAMI e HALLFREDSSON, il tecnico era pronto a schierare una formazione inedita con BALIC in mezzo al campo supportato da BARAK, e SAMIR preferito all’olandese NUYTINCK, in coppia con il connazionale DANILO.

Il nubifragio riversatosi su Roma però, ha impedito ogni esperimento e relativa considerazione di merito. Tutto rimandato a data da destinarsi dunque, senza troppi malcontenti tra le due società, che per un verso o per un altro non sembrano essersi troppo rammaricate della decisione arbitrale. Dispiace solo perché questa volta il tecnico sembrava aver proposto un 11 molto atteso e gradito alla tifoseria. Immaginiamo che i molti tifosi di BALIC o i fautori di SAMIR centrale di difesa, si saranno rammaricati del rinvio confidando possa riproporsi una tale opportunità già a partire dalla prossima gara interna con il Cagliari.

In chiave campionato la classifica rimane buona. Al di là delle vittorie di Crotone e Cagliari che hanno raggiunto i bianconeri seppur con una gara in più, rimangono dietro una Spal peraltro in crescita, il Sassuolo sconfitto in casa dal Milan, il Verona rimontato a Cagliari, il Genoa passato alla gestione Ballardini - un refrain - e il disperato Benevento a cui non è bastato infastidire la vecchia Signora... Forse il tempo delle “sperimentazioni motivazionali” è iniziato!

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio