Home / Blog bianconeri / Larsen, il jolly pronto al ballottaggio

Larsen, il jolly pronto al ballottaggio

A Torino può giocare in difesa o esterno in mediana

Larsen, il jolly pronto al ballottaggio

Tra le note liete dell'Udinese 2017/18 c'è senza ombra di dubbio Jens Stryger Larsen, arrivato all'Udinese in un acquisto 'lampo' dopo che la trattativa con il Benfica per Pedro Pereira è inaspettatamente saltata. Il danese ha perfino rinunciato all'Europa League con l'Austria Vienna per approdare in Friuli. Un acquisto che ha sorpreso un po' tutti e che non ha acceso grandi entusiasmi. In fondo, Jens Stryger era un emerito sconosciuto da queste parti e le incognite sul suo rendimento erano ovviamente tante. In quel periodo di fine mercato, tra l'altro, l'Udinese 'guardava' a Nord e aveva appena annunciato l'olandese Nuytinck come rinforzo della difesa: anche lui un giocatore tutto da scoprire.

Larsen è stato gettato nella mischia quasi subito: l'infortunio di Widmer nell'amichevole con il Celta Vigo obbligava ad un nuovo innesto immediato in quel ruolo e il danese non si è fatto pregare. Da allora in poi, quando è stato chiamato in causa, il suo contributo lo ha sempre assicurato: mai prove da 8, ma nemmeno da 5. Soprattutto, però, ha garantito un buon rendimento sia come esterno destro in mediana che come terzino, tanto da essersi ormai guadagnato la fama di 'jolly'.

E domenica potrebbe toccare ancora a lui, ma dove? In difesa, con Angella e Samir? O in mediana, come sostituto di Widmer? La squalifica di Danilo e il rientro di Samir, infatti, mischiano le carte in tavola e paradossalmente alimentano le incognite sulla composizione del pacchetto arretrato. Al centro il favorito è Angella, ma la soluzione Nuytinck non è da scartare completamente. L'olandese, però, potrebbe tornare utile anche a sinistra o a destra, dove contenderebbe il posto proprio a Larsen.

Con Zampano che sembra praticamente sicuro a sinistra al posto di Pezzella, fermato ieri da un dolore al retto femorale sinistro, a destra se la giocano effettivamente Widmer e Larsen. Decisione, come detto, legata anche alle scelte sul terzetto arretrato.

Ma, in vista della trasferta di Torino, i dubbi per Oddo non finiscono qui: in avanti rimane attuale il ballottaggio Maxi Lopez-De Paul, con il primo che da ex della sfida sentirà particolarmente il confronto con il Torino. De Paul, stavolta, potrebbe rivelarsi utile a gara in corso: una riflessione che spetta tutta a mister Oddo.

SUL PICCOLO SCHERMO

Conferenze stampa

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio