Home / Blog bianconeri / L'allenatore non segna, ma..

L'allenatore non segna, ma..

Atteso a breve l'annuncio del nuovo trainer

L'allenatore non segna, ma..

Sulla centralità del ruolo dell’allenatore nel calcio moderno, crediamo in pochi abbiano dubbi. Dato che gli ingaggi dei professionisti al top, come noto, superano abbondantemente i 5 milioni di Euro a stagione, senza scomodare i vari Mourinho, Guardiola, Conte su livelli ancor più elevati, delle due l’una; o i presidenti son divenuti generosi sino all’accesso, o come più probabile, il contributo da loro fornito, tende o è ritenuto tale da determinare l’andamento di una stagione. A Coverciano, dove si plasmano gli allenatori italiani, peraltro ritenuti da molti addetti ai lavori tra i più competenti al mondo (Abramovich ne sa qualcosa), son soliti affermare che l’incidenza di un tecnico di qualità possa pesare sino ad un 20% in relazione al potenziale, mentre in contrapposizione, i danni cagionati da una guida maldestra potrebbero arrecare danni sino ad un - 80% !

Opinioni si dirà, in gol non vanno i mister, ma i giocatori. Il che di per se pare incontrovertibile, ma negare con le rose attuali di oltre 30 elementi, ognuno dei quali dotato di testa e procura propria, che le scelte dei titolari non diventino pura e soggettiva espressione dello staff tecnico, appare pratica difficilmente sostenibile. Pensiamo solo come in questo blog gli interventi siano “giustamente” divergenti. Ma i grandi tecnici, o quelli che stanno per diventarlo, non possiedono tra le loro corde il solo dono della leadership, vantano spesso l’indubbio ascendente nel pretendere, e spesso ottenere, acquisti di qualità in grado di rafforzare il loro operato, elementi di cui si fidano per averli allenati in precedenza.

E veniamo alla nostra cara Udinese ormai prossima ad annunciare l’ennesima rivoluzione. Arriverà il 7º allenatore in appena 5 stagioni. “Bruciati” a vario titolo nell’ordine i vari, Stramaccioni, Colantuono, De Canio, Iachini, Delneri, Oddo e in ultimo Tudor, la scelta sembrerebbe ricadere, come puntualmente avviene per i giocatori, su una figura d’oltralpe, forse area iberica.... tecnici di qualità non si discute, specie la scuola portoghese; ci si chiede tuttavia cosa abbiano da invidiare ai colleghi stranieri i nostri Ranieri, Semplici, Inzaghi, Montella, De Zerbi, Nicola, Maran, Donadoni, per citarne alcuni, o il reclamizzato dell’ultimora Cesare Prandelli, tutti stimatissimi professionisti del ruolo.

Sia chiaro, la società ha tutto il diritto di scegliere chi ritiene più adatto al ruolo, ma, visto che gli ingaggi offerti difficilmente saranno da top-manager, che senso ha far arrivare un manager del calcio “iberico” che, per quanto possa essere capace, come minimo ignora il 60-70% della rosa bianconera, come gran parte del calcio nazionale. Vorremmo risparmiarci piagnistei dopo due o tre mesi con il tecnico a lamentare una mancata o approfondire conoscenza in merito a caratteristiche tecnico- comportamentali degli elementi a disposizione.

I più maligni direbbero altresì, che dopo i rifiuti dei vari Guidolin, Stramaccioni (!), Delneri (con la di nuncia a due mensilità pur di non riaccomodarsi in panchina) chiamati a succedere a Oddo, l’appeal generato dall’Udinese sia di fatto ai minimi storici. Ecco spiegato il perchè delle rinunce o garanzie tecniche (vedi Stramaccioni) richieste a vario titolo dai vari allenatori contattati. Saremmo dunque costretti a blandire un pivellino straniero per la panchina, rinunciando di fatto a chi di serie A si nutre 24 ore al giorno come constatabile in ognuno dei nostri riconosciuti tecnici. Pesino Mourinho dopo qualche scoppola presa qua e là nel belpaese è stato costretto ad ammettere che il massimo campionato italiano rapprenda l’esame di laurea per definizione per qualsivoglia allenatore si reputi arrivato. D’altronde potremmo verificare le prime 7 squadre della classe, se non analizzarle addirittura tutte, per comprendere quante società si avvalgano di tecnici stranieri... Chiedete ad ADL se è migliore Benitez o Sarri, o a Pallotta se Garcia è più preparato di Di Francesco, o all’Inter se De Boer si fa preferire a Spalletti! Proprio sicuri sia facile trovare un tecnico con gli attributi fuori casa? I continui avvicendamenti al Watford direbbero di no.

Se si escludono 4 o 5 in Premier, 3 o 4 in Liga, un paio tra Bundes e Ligue1, il resto rappresenta un vero azzardo. Ricordate Hogson? Licenziato dopo 2 vittorie. Troppo complesso, tattico, infido il torneo che tanto amiamo. PRANDELLI non sarà il deus ex machina, ma da quando é iniziato a circolare il suo nome, tutte le pene sofferte nelle ultime stagioni son sembrate un lontano passato. Basta poco a riaccendere le passioni ad un popolo che ingoia rospi da troppo tempo. C’è estrema necessità di una figura rassicurante, caratterizzato da una carriera di livello, capace di offrire garanzie necessarie all’ambiente, una figura che non venga a svernare, che non si senta di passaggio, che cerchi rilanci, ma che dimostri di apprezzare Udine e l’Udinese nel proprio complesso, anche se giovane.

Chissà, forse lo scouting tanto chiacchierato potrebbe scovare anche il nuovo Mou, non vogliamo negarlo a priori, mostreremo un pregiudizio inaccettabile; resta il fatto che ad Udine, oggi, tale scelta non verrebbe compresa!

111 Commenti
Roccaverde

La vera e purtroppo reale realtà è la totale confusione che ragna in società con dirigenti evidentemente incapaci di prendere anche le più basilari decisioni,le diverse opinioni/visioni sull'Udinese da parte del "Paron" e del figlio complicano e per ora non positivamente la situazione mettendo in luce le numerose crepe che ci sono nella conduzione/gestione della società se non si porrà rimedio rapidamente a tutto questo credo sarà difficile che le cose possano migliorare;una cartina di tornasole sarà probabilmente proprio la nomina del nuovo tecnico se passerà la scelta straniera allora vorrà dire che il figlio prenderà in mano definitivamente e totalmente le sorti bianconere con uno scontato ridimensionamento sia tecnico/sportivo che economico con principale attenzione verso il Watford,se invece passerà la linea del tecnico italiano(Maran) potrebbe essere il segnale che il "Paron" ha ancora voce in capitolo e "forse" ci potrebbe essere quella tanto agognata e sperata "rinascita" anche se sarà lunga e molto molto lunga.

Kos

Su minisondaggio da me lanciato qualche gg fai una 30.a di utenti hanno espresso quanto segue:

Agg classifica su allenatore bn 18/19
Ora abbiamo anche i portoghesi.....

5 punti al 1º
3 al 2º
2 al 3º
Ovviamente - Non voti chi lo ha già fatto....

RANIERI 42
DE ZERBI. 32
NICOLA. 25
MONTELLA 20
GUIDOLIN 20
ZENGA. 19
SEMPLICI. 19
TUDOR 17
ODDO. 13
MARAN 11
MIHAILOVIC 10
GUIDOLIN. 10
PRANDELLI 8
GROSSO. 6
ZACCHERONI 5
INZAGHI G. 5
IACHINI 4
STRAMA 3
LONGO 2
VANOLI. 2
GASPERINI 2



Chi desiderasse rimpolpare la graduatoria attraverso la piattaforma faccia pure
In futuro l’aggiornamento

Kos

Con un portoghese pippone in panca prevedo 2000 abbonati

Kos

1940 SOTAN e 60 accrediti media

matteo3190@libero.it

I polli probabilmente cadranno lo stesso in trappola, triplicheranno i posti a disposizione a disposizione per il pacchetto "Family" e raddoppieranno quello per gli universitari in Curva Sud. Sanno già che la campagna abbonamenti sarà fallimentare, quindi sicuramente si inventano qualcosa per i "meno furbi".

matteo3190@libero.it

Secondo una mia modesta opinione non mi stupirei dell' ennesimo "colpo di scena ovvero la conferma di Tudor nel caso in cui non si riesca a chiudere per uno nuovo allenatore entro questa settimana.

Luganega

più che colpo di scena io la definirei come l'ennesima figura di m...

Pozzoblog

IL temine di Luganega è quello più corretto .....

matteo3190@libero.it

Giusto, forse è veramente più appropriato🙃

InGinoWeTrust

Per me con questi vale sempre "fidarsi mai e a pensar male non si va distanti...."

Avete mai pensato che sia la società che chiede agli allenatori di dire di non essere stati neanche contattati, ecc...? Non potranno mica far vedere che vengono rifiutati da tutti...suppo! Sveglia... Ma secondo voi Tudor era un profilo cercato da tempo, in cima alla lista, o l'unico resosi disponibile in così poco tempo?!?!?
Ma l'avete capita o no che ci raccontano balle una dietro l'altra?!?! Ma cosa pensate, che oggi finisce il campionato e cambiano in un lampo? Che dicano balle solo a giorni alterni? Questi sono ballisti seriali, fa parte del piano!!!! E noi fessi a credergli (almeno per un po' ci son cascati tutti...)
... e leggo ancora qualcuno che spera in questa proprietà...mah!!! E' tutto marcio...

Prima si cambia proprietà, prima torneremo a parlare solo di calcio!

pa170

aggiungo una cosa che magari a molti nn balza all'occhio, e cioè che stefano antonelli, ex ds all'udinese, dovrebbe avere ancora la procura come agente anche di prandelli
tanto per inquadrare la cosa senza entrare nel merito, perchè il merito è spesso fatto da agenti che espongono la mercanzia.

fuarcesimpriUdin

Ho sentito anch'io le dichiarazioni di Prandelli su rai uno, ma voi pensate che Prandelli venga a Udine senza garanzie, adesso èprenderemmo come sempre uno di quarta fascia, lo pagheranno un bianco un nero e un bottone, giocatori scartini delle altre squadre, in pratica saremmo come l'anno scorso e a questo punto se lo faccia il Sig. Gino l'abbonamento.

Colorêt

Non conosco Prandelli, ma se io fossi stato licenziato tre volte negli ultimi anni sarei disposto a rivedere le mie aspettative.

valma

caro coloret ,, ti rispondo con una battuta ( ma non troppo purtroppo ) ,, il tuo ragionamento non fa una piega ma nel calcio così come in molti altri settori le regole sono altre ,,

tiliotesser

In attesa del mister beccatevi un po' di Criscitiello...

27.05 Possibile scambio con la Fiorentina: fuori De Paul,dentro Eysseric
26.05 Piace Bahoken che gioca in Francia
25.05 Torna di moda il nome di Lapadula
25.05 Per il centrocampo piace Rohden del Crotone
24.05 Udinese, obiettivo Duarte Valente
24.05 Tentativo per Cerri e Mandragora della Juve. I bianconeri chiedono però 27 milioni
24.05 L'Udinese deve rinforzare la difesa, Ceccherini è uno dei candidati, ma la concorrenza è folta
23.05 Udinese, idea Pussetto per l'attacco: anche il Boca in pressing
19.05 Udinese, idea Golubovic: sul portiere del Matera c'è anche l'Empoli
17.05 Piace il talento brasiliano Anjos
15.05 Udinese, occhi su Kamer Qaka

Roccaverde

Tolti "forse" Lapadula,Mandragora,Ceccherini e ancora forse Cerri quanti di questi "non" italiani(stranieri ormai è sorpassato) sono da serie A?

tiliotesser

Cerri ?...mi tengo Perica...scoordinato per scoordinato tengo il croato...cosciente che entrambi non siano da A....

matteo3190@libero.it

Io preferisco credere a Babbo Natale piuttosto che a sto tipo.

Roccaverde

Nostalgia dell'Italia? Sì come tutti quelli che vivono all'estero. Mi manca, vediamo se ci sono degli sviluppi per tornare. Udinese? Non c'è niente di vero, non c'è nulla.Queste le dichiarazioni di Prandelli a RaiUno e riportate da TMW, quindi una vana "speranza" non ci resta che l'ennesimo "straniero" questa volta anche in "panchina".

Luganega

Serve un direttore Generale con pieni poteri e che capisca di calcio non uno messo li a leggere comunicati.. se il signor Pozzo jr vuole delegare per stare a Londra a me sta anche bene ..ma deve mettere una persona che sappia di calcio conosca le dinamiche dello spogliatoio e che sappia usare il bastone quando serve ..chi fin adesso era delegato a rappresentare la società era presente a Udine e ha visto il disastro che si stava compiendo quest'anno quindi sono i più responsabili e quelli che vanno sostituiti ,con tutto il rispetto per il signor Collavino che sicuramente avrà le sue qualità ,non fa paura a nessuno .
Spiegatemi voi con che motivazioni puo' arrivare un allenatore in una società dove a decidere e' un consulente e dove il direttore generale serve solo a leggere comunicati ?
E' inutile che fantastichiamo troppo , qui e in molti lo hanno capito serve una vera e propria rivoluzione a livello societario , serve a poco aver giovani di talento, stadio stupendo e fare proclami di ogni tipo se poi fai gestire la società ad un consulente o a persone non all'altezza del ruolo.

Dirigenti/allenatore/ qualche giocatore valido possibilmente italiano per creare un minimo di identità a questa squadra ..un minimo di base da cui ripartire esiste ma bisogna che si sveglino .

InGinoWeTrust

Tu hai perfettamente ragione ... e fai bene ad insistere con questo discorso che è l'unico da fare prima di parlare di allenatori, giocatori, moduli, ecc.....
Io invece ho perso ogni speranza ed ogni passione per questa società che ha distrutto tutto quello di buono che aveva costruito negli ultimi 40 anni, da Sanson a Mazza per finire con GP Pozzo. Io ho dato, non me ne frega più nulla finché resteranno Pozzo Jr - Vagheggi al comando, TUTTO DISTRUTTO, SIAMO ALLE MACERIE, governati da un procuratore e con una dirigenza 'ombra'....

Luganega

mi verrebbe anche a me di lasciar perdere credimi ... io l'udinese la sento mia e mi girano troppo gli zebedei a vedere come hanno ridotto l'Udinese e sopratutto come hanno preso in giro i tifosi credendoli dei fessi ... ma da vero romantico spero sempre che qualcosa finalmente possa cambiare ...
di certo non li ringrazierò ,perché dovesse avvenire un cambiamento avranno fatto solo il loro dovere verso i tifosi che negli ultimi 5 anni ne hanno ingoiata troppa di merda ( scusate la parola ma e' la verità)

zinne

il problema degli allenatori è che essendo loro soggetti ad iper svalutazioni in caso di stagioni negative, ancor prima del fattore economico, valutano se con un progetto possono valutarsi o rivalutarsi oppure al contrario c'è il rischio di svalutarsi.. quindi credo che figure come Prandelli, Silva ecc.. abituate a palcoscenici importanti ed in cerca di riscatto, la trattativa non sia tanto su 100.000 in più o 100.000 in meno sullo stipendio, ma quanto alle garanzie che una società come l'udinese arrivando da 4 anni in cui ha letteralmente bruciato 6 allenatori, può offrirgli in termini di 1) parco giocatori.. 2) cosa la società intende fare di chi doveva essere un leader e non lo è stato... gli allenatori sanno bene che se in una squadra sopratutto con tanti stranieri giovani, se non hanno chi li aiuta a tirare la carretta nei momenti difficili, nessun allenatore da solo ce la fa!
Quindi, ancora prima dell'allenatore, è da vedere cosa vuol fare la società della rosa.. come intende impostare la squadra..

blaso

Esatto. Ma nn solo...valutano anche quanto la società legittima un allenatore e quanto lo protegge e lo supporta. Se lo abbandona a se stesso e se all'interno di essa c'è anarchia difficile lavorare bene. Ormai questa è una voce che si è prepagata, e 6 allenatori che la fanno correre nn depone a favore della società.

zinne

già, tutto vero... anche se Prandelli poco fa ha dichiarato che gli farebbe piacere allenare l'udinese ma che non lo hanno chiamato...
Continuo a pensare che se non si fa prima pulizia nella dirigenza e nella gerarchia societaria, trovare un allenatore non serve a nulla..

trekking

zinne mi pare che ora l'udinese non possa offrire garanzie su nulla!

zinne

trekking, più che offrire garanzie... oggi l'udinese a parer di molti del settore, e non di noi che scriviamo su un blog e che viviamo il calcio dall'esterno, è una società che ha molte lacune al suo interno, partendo dalla gestione della dirigenza... questo spaventa, e quando uno fa le proprie valutazioni e mette tutto sul piatto della bilancia, questo fattore pesa molto...

zinne

nessun professionista serio e di spessore vuole lavorare nell'anarchia, quindi o si mette a posto la gestione della dirigenza e non mi riferisco a cambiare il quarto DS in 5 anni, oppure l'allenatore sarà un giovane emergente che vuole fare il salto dalla B alla A, oppure un allenatore estero che non conosce la situazione interna dell'udinese

Colorêt

Anarchia?

zinne

come la definiresti?

werther

Oligarchia

Kos

Aggiorniamo con Abel Ferreira (di marzio) che vede PRANDELLI in pole
Sporting Braga
Esperienza pochissima / salto nel buio

Roccaverde

ATTENTO contattato anche Iachini non si sa mai.

matteo3190@libero.it

Nessuno dei tre portoghesi ha esperienze significative, quindi sono tutti e 3 azzardati

Kos

Su minisondaggio da me lanciato qualche gg fai una 40.a di utenti hanno espresso quanto segue:

Agg classifica su allenatore bn 18/19
Ora abbiamo anche i portoghesi.....

5 punti al 1º
3 al 2º
2 al 3º
Ovviamente - Non voti chi lo ha già fatto....

RANIERI 55
DE ZERBI. 32
NICOLA. 25
MONTELLA 20
ZENGA. 19
SEMPLICI. 19;
GUIDOLIN 15
ODDO. 13
TUDOR. 12
MARAN. 10
GROSSO. 6
ZACCHERONI 5
INZAGHI G. 5
PRANDELLI 3
LONGO 2
MIHAILOVIC. 2
VANOLI. 2
STROPPA. 2
IACHINI 2
CALORI 2

Chi desiderasse rimpolpare la graduatoria attraverso la piattaforma faccia pure
Verso le 24.00 l’aggiornamento

InGinoWeTrust

Mihajilovic
Stroppa
Gasperini
Ti do anche quelli di Gino:
Tudor
Stramaccioni
Iachini

marcut

GUIDOLIN
MIHAILOVIC
NICOLA

Roccaverde

Prandelli x voglia di rivincita e motivazione e perché sembra "essere" stato contattato.
Maran comunque buon profilo con voglia di emergere.
Uno straniero qualunque.
IL RESTO RESTA ARIA FRITTA perché o fuori "portata"💰 o perché non verranno mai a Udine non si fidano del 👑🔱

matteo3190@libero.it

De Zerbi
Semplici
Stroppa

tresesin

Ci sarà qualcuno dei manager che sia in grado di programmare una campagna acquisti decente e dopo convincere un buon allenatore a sposare la causa?
Lasciando ovviamente due o tre nomi da scegliere al nuovo allenatore.
spendete un po' dei tanti soldi guadagnati in passato, tanti.....

Ed.Straker

Non so perchè ma mi sa che arriverà Quique...

Ludwig

Tu Quoque?!?

Sul piccolo schermo

Mondiali

Conferenze stampa

Vita da Club

Altri mondi

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio