Home / Blog bianconeri / L'Udinese ammazzagrandi: storie di qualche anno fa

L'Udinese ammazzagrandi: storie di qualche anno fa

Stavolta sarà davvero difficile fare punti con la Juventus

L'Udinese ammazzagrandi: storie di qualche anno fa

Quando si avvicinano le grandi ci si prova sempre a ricordare di quando l’Udinese guadagnava le copertine per le numerose vittime mietute tra le big del campionato. Lo si fa ormai da tre anni, anche se il ragionamento ha la tristezza della nostalgia di ciò che si sa non poter più raggiungere. Almeno non al momento.

Nelle ultime due annate l’Udinese ha conquistato su 42 punti disponibili contro le milanesi, le romane, il Napoli, la Juve e la Fiorentina solamente otto. L’anno scorso di questi sei sono arrivati solo contro il Milan, per il resto solo due pareggi in mezzo a tante sconfitte, spesso anche sonore.

Gli otto punti della stagione con Colantuono e De Canio arrivavano da due pari contro Milan e Lazio e dalle vittorie su Napoli e Fiorentina.

L’ultima Udinese ammazzagrandi è stata quella di Stramaccioni, con 14 punti, sei solamente nella partenza razzo dove caddero Napoli e Lazio. L’ultimo tribolato anno del Guido aveva portato nove punti contro le squadre qui considerate, decisamente pochi rispetto a quanto quella squadra era stata capace di fare negli anni precedenti. 20 nelle stagioni 2012/13 e 10/11, 15 nella stagione 11/12, con vittorie anche ravvicinate contro Inter e Juve che tanto fecero parlare i giornali.

Le soddisfazioni ci sono state anche con Pasquale Marino: 11 punti l’ultimo anno, 16 nel 2008/09, 12 nel 2007/2008.

Era l’inizio dell’Udinese ammazzagrandi, un netto incremento di risultati a sopresa rispetto all’anno di Galeone con 5 punti, 3 dalla Fiorentina e due dall’Inter. Ma ciò che salta all’occhio sono anche il numero di reti sengate.

L’Udinese ammazzagrandi anche quando perdeva, lo faceva segnando almeno un gol, spesso anche due. Le batoste non sono mancate, ma nemmeno le partite spettacolari, come il 4-4 contro il Milan o il 2-5 contro l’Inter a San Siro.

Altri anni, altra qualità. I numeri dimostrano che Davide contro Golia funziona solo nelle fiabe o nelle leggende. Non si tratta solo di atteggiamento o di non aver paura. Con chi ha mezzi, combatti solamente con gli stessi.

29 Commenti
InGinoWeTrust

Smettetela di parlare genericamente dei 'Pozzo'. C'è GP Pozzo e poi ci sono 'gli altri' Pozzo.
Col primo Champions, Stadio, tanti anni di A, eccc...; con 'gli altri' il Watford, le plusvalenze, gli Iachini, le 80 sconfitte in 5 anni, .... la fine del calcio ad Udine.

pleif

Inconfutabile.

fringe

Purtroppo è così
Sperare di sopravvivere, grande mediocrità e nessuna ambizione a Udine

blaso

Sono più di 10 anni che ha tutto in mano gino. Parole del vecchio paron..

zanetti*

Infatti un declino veloce e inesorabile , restare in A, unico obbiettivo con poche risorse possibili perchè il Waterford vieni prima di tutto e l'Udinese serve solo per far contento papà Giampaolo !

Michele

Purtroppo con i ricordi non si va avanti.....l'Udinese ora è questa......una succursale del Watford dove la proprietà manco segue più le partite allo stadio.....tristezza e vergogna!!!....ma questa è la realtà!!!!

pleif

Bravo. E qualcuno parla di "tifosi da tastiera"... il presidente da tastiera nooo?

NonnoFausto

Ho paura che faremo la più grande figura di emme degli ultimi anni.
Sarà l'antitesi di Paermo-Udinese 0-7

ziamariaiaiao-

ma han fato il ritiro si o no?

Ludwig

Un ritiro da D.I.O!

Uafa81

A rate.

Alister

E comunque nell'articolo c'è qualcosa che non va perché Colantuono aveva battuto la Juventus a Torino.

ramirez

Sì, ma non fu vera gloria, lo sai bene come abbiamo vinto quella volta..è stato un vero assedio.

Alister

D'accordo, ma l'articolo comunque dice un dato inesatto ("Gli otto punti della stagione con Colantuono e De Canio arrivavano da due pari contro Milan e Lazio e dalle vittorie su Napoli e Fiorentina") e volevo correggerlo.

blaso

La Juve ha perso la settimana scorsa in casa con la Lazio e nn perdeva proprio da quell'incontro. Evidentemente a Torino nn ce n'è per nessuno solitamente. Noi abbiamo vinto con una squadra modesta, pretendere di farlo dominando e nn facendo barricate mi pare un po troppo

Alister

L'Udinese sfigata degli ultimi tre anni ha pareggiato due volte con la Juventus al Friuli. Giusto per la cronaca.

Portolago

Non c'è due senza tre?

Satrapone

Leggendo l'editoriale di Treppo su altra testata mi è venuta la malinconia. Si intitola disonore e si rifà propriamente a quanto rilevato da Tommy65. L'articolo rileva la differenza tra la proprietà attuale e la conduzione della squadra qualche anno fa. Aldilà dei nostri sentimenti e delle nostre speranze in campo chi vanno detti mercenari senza patria e senza onore. Se domani fanno l'impresa io mi offendo, sarebbe un tradimento al nostro onore non una gloria, vorrebbe dire che per mettersi in mostra con una grande rispettano il motto di quest'anno. Mentre nemmeno corrono quando di fronte c'è una squadra di bassa classifica, pensano solo a quando se ne andranno da qui, la permanenza non è contemplata, noi non siamo niente siamo solo un corollario incidentale.

Ludwig

Strappo.. non ti offendere per una situazione ovvia, l'anima I nostri prodi la danno solo in queste occasioni ben spronati dai loro procuratori... della nostra maglia 

Ludwig

.... della ns. Maglia gliene importa una...

selmosson

mandi, in questi periodi dovremo chiedere alla squadra , non tanto di battere le grandi , ma di non fare figuracce con le squadre medie e piccole , cioè quelle che fanno al momento il nostro campionato , questo finche la società non troverà un nuovo tecnico all'altezza dei zac, spalla , guido per iniziare un nuovo ciclo .. sono le partite con sassuolo e atalanta che mi preoccupano , non tanto il pensiero di non battere la iuve .. anzi migliore sarà la prestazione con la iuve e piu facilmente faremo brutta figura nelle prossime partite .. elementare watson ..

blaso

Esatto. Pensiamo a fare punti con quelle alla portata. Poi se vengono i 3 punti con la Juve evviva ma se poi dobbiamo addormentarci con Sassuolo o Atalanta è tutto inutile. Con le grandi le prestazioni nn mancano mai al di là dei risultati perché tutti vogliono mettersi in mostra. Poi li vedi fare un primo tempo come quello di Firenze e ti cadono le braccia.

mastino1

giustissimo.....

carlodeimaltesi

Squadra devastata da una politica societaria suicida, sbolognati i migliori giocatori e altri partenti nel prossimo futuro,l' allenatore già con le valige in mano dopo 8 sconfitte su dieci, l'obiettivo minimo? Sperare che almeno tre concorrenti facciano peggio di noi sempre che, i "londinesi" non mirino proprio al paracadute milionario per le retrocesse.. e pensare che c'erano molti tifosi che non volevano la Red Bull mah?

selmosson

mandi carlo , non vogliono la red bull, perchè preferiscono lo sceicco del paris saint germain o come si scrive , che porterà messi , cosi dicono alcuni voci che verrebbe per risparmiare sulla strada per andare dal suo medico personale .. l'interessamento della red bull non ce mai stato , come scritto finalmente anche dal messaggero , era una bufala inventata da qualche furbone .. , aspettiamo anche noi frank lo cascio di turno , come a palermo .. scherzo ..

Portolago

Noi domani vogliamo l'impresa!

Tommy65

Secondo me è cambiata la società, in senso negativo. Non vedo più quella passione di una volta nei Pozzo. Magari sbaglio....

ramirez

Tutte le cose belle finiscono, prima o poi... È stato bello sognare, ma in Europa ogni anno obbiettivamente non poteva durare in una piccola realtà come Udine. I tempi cambiano..perfino le grandi milanesi non riescono più ad andare in Champions

blaso

Il mondo stesso cambia. Una volta un sanchez costava 1 milione a 18 anni oggi uno così vale già 12 milioni. Le comproprietà nn ci sono più...
L'esempio delle milanesi è eloquente

Sul piccolo schermo

Blog bianconeri

Coppa Italia

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio

Altri mondi