Home / Blog bianconeri / Gino Pozzo: Oddo a rischio? Lo siamo tutti. Bisogna vincere contro il Crotone

Gino Pozzo: Oddo a rischio? Lo siamo tutti. Bisogna vincere contro il Crotone

Il dirigente bianconero ha commentato la situazione attuale della squadra

Gino Pozzo: Oddo a rischio? Lo siamo tutti. Bisogna vincere contro il Crotone

In molti chiedevano il suo intervento, e alla fine Gino Pozzo ha parlato. Lo ha fatto alla televisione ufficiale del club, rispondendo ad alcune delle domande che i tifosi si fanno più frequentemente, anche alle critiche: "Non mi preoccupa la contestazione in quanto tale, ma che l'Udinese perda le partite. I tifosi non possono essere contenti, come non lo siamo noi, delle sconfitte.  La mia preoccupazione non nasce dal fatto che il tifoso possa esprimere il suo dissenso, perchè è normale che venga espresso. Non è produttivo entrare in questo tipo di polemica. Più che altro è importante capire che quando l'Udinese perde, perdiamo tutti assieme e quando si vince, vinciamo tutti assieme. In questo caso quello che mi fa particolarmente male è vedere che l'Udinese ha subìto una serie di sconfitte e da questo dobbiamo assolutamente uscire".

Che idea si è fatto? "Noi abbiamo strutturato la società in modo che ci siano una serie di collaboratori che sono proprio quelli che ci aiutano ad andare a trovare i migliori giocatori e i giocaotri che sono arrivati a Udine non sono arrivati per caso. La storia dell'Udinese è piena di ragazzi di grande talento. Non si può semplificare tutto ricercando una sola componente, un solo elemento per spiegare questo momento negativo. Credo che l'analisi debba essere più ampia. Da questo punto di vista, all'interno del nostro gruppo abbiamo già fatto una analisi della situazione su ciò che è accaduto negli ultimi due mesi: sappiamo dove agire".

Mercato: siete accusati di aver sbagliato in estate e a gennaio. "Credo che all'interno di questa serie di sconfitte ognuno cerchi delle scuse o delle motivazioni ai risultati. La squadra il 6 gennaio era settima in classifica, nessuno di quegli elementi che partecipavano attivamente alle partite è stato ceduto. Pertanto abbiamo orientato i nostri sforzi a preparare e migliorare la squadra per la stagione successiva perchè ritenevamo che la squadra, così come era composta in quel momento, permettesse di poter continuare ad ambire ai massimi risultati. I giocatori che sono andati via a gennaio sono stati spostati proprio con la finalità di dargli maggiore spazio, perchè allora non partecipavano attivamente al risultato. Nel costruire le squadre è naturale che si tenga un numero più ampio nella prima parte del campionato, durante la quale viene fatta una naturale ispezione. E poi nel mercato di gennaio si tenti di correggere eventuali lacune e collocare i giocatori in esubero. Il mercato è stato fatto in quest'ottica. Alla luce dei risultati che abbiamo raccolto successivamente, possiamo fare tutte le analisi che vogliamo: sicuramente ci sono una serie di concause. Avremmo dovuto fare di più sul mercato, avremmo dovuto richiamare una maggiore attenzione di tutte le componenti rispetto a tutta una serie di elementi. Però questa analisi la abbiamo già fatta, ora non è opportuno approfondire tutto questo perchè tutti i nostri sforzi devono essere indirizzati a conquistare i punti necessari al mantenimento della categoria.A fine stagione sappiamo già che decisioni prendere per continuare su un certo percorso che a inizio gennaio ci aveva portato a competere per posti europei".

Capitolo allenatori. Qual'è l'identikit dell'allenatore 'buono' per il progetto Udinese? "Credo che in questo momento l'allenatore per l'Udinese debba essere un allenatore moderno, un allenatore che possa portare delle metodologie nuove, il calcio è cambiato. Vediamo che a livello europeo c'è una proposta calcistica diversa e noi dobbiamo poter andare avanti in quella direzione. Il profilo di Oddo in quest'ottica è un profilo che richiama queste caratteristiche".

Il tifoso dice che si dà troppo spazio al marketing, trascurando aspetti tecnici: "Il calcio attuale non può basarsi sull'improvvisazione. All'interno della società abbiamo un gruppo di dirigenti e collaboratori che garantiscono che la società sia all'avanguardia. Poi per poter godere di uno spettacolo di alto livello in campo, tutte le componenti devono essere di alto livello. Quando viene fatto riferimento al fatto che i giocatori sono trattati con i guanti, è un calcio anacronistico. All'interno della grande organizzazione, la società vuole raggiungere grandi risultati. Quello che il tifoso deve percepire è il risultato in campo, ma dietro ci deve essere una grande organizzazione. Per raggiungere grandi risultati, non si può prescindere da questa grande organizzazione. ma non si può fare una colpa se la società si impegna affinchè tutto il contorno sia di alto livello, anzi questo è il presupposto per raggiungere grandi risultati e il fatto che comunque l'Udinese rimanga una società all'avanguardia in questo senso è alla base perchè poi raccogliere i futuri successi".

La squadra deve battere il Crotone: "La situazione in questo momento, nella sua complessità è estremamente semplice. Abbiamo davanti un numero di partite in cui, uno alla volta, ci viene posto un test. I giocatori devono ricevere tutto  il nostro supporto per superare questa prova. La prova che abbiamo davanti, quella con il Crotone è una prova fondamentale. Mettendo da parte le vicissitudini degli ultimi tempi, dobbiamo cogliere gli elementi positivi che la squadra a Napoli ha avuto e correggere tutti gli aspetti negativi che non ci hanno permesso di avere il risultato. L'allenatore, i giocatori, noi, siamo tutti determinati. Le parole stanno a zero. Adesso bisogna entrare in campo e dare tutto per poi raccogliere il risultato. Bisogna assumerci le responsabilità, bisogna essere solo focalizzati alla prossima partita con il Crotone che diventa fondamentale".

Oddo rischia? "No, rischiamo tutti. In questo momento l'assunzione di responsabilità da parte di tutti quanti. Siamo tutti sulla stessa barca: Oddo, i giocatori, noi. Parlare del rischio di Oddo in questo momento è quasi paradossale. Siamo qui per raccogliere un risultato e la prossima partita deve portare questo risultato".

Al Messaggero Veneto, poi, ha anche parlato delle voci su un ventilato disimpegno dell'attuale proprietà dall'Udinese: "La proprietà non ha la minima intenzione di vendere il club e piuttosto vuole rilanciare il progetto.

La mia mancata presenza fisica a Udine non è una novità e non è elemento di distacco. Da più di 30 anni siamo qui e non abbiamo intenzione di andarcene. La costruzione dello stadio ne è una prova. Solo con unione tra società e tifoseria si va lontano".

242 Commenti
Roccaverde

🃏🤥🤡

Roccaverde

🎭🤹🏻‍♂️🤹‍♀️👺😈😢😭😂🤣😅😪😴

alecdelisle

In fin dei conti, cosa ha detto? Forse che dirigenti, staff tecnico, ecc... sono inadeguati? Boh...

ramirez

Dicendo che "rischiamo tutti" si è messo dentro anche lui.. Non ce lo vedo a auto-licenziarsi, ma un foglio di via per il trio delle meraviglie non sarebbe un brutto inizio se vogliamo veramente rinascere

fuarcesimpriUdin

Questo personaggio cerca di buttarci ancora fumo sugli occhi, però siamo stanchi di sentire le stesse cose, ormai siamo da 5 lunghissimi anni che stiamo patendo, e poi dice che vuole rilanciare l'Udinese, caro GINO per rilanciare ci vogliono giocatori di qualità, cosa che noi per il momento non abbiamo, e dico la verità, oltre che essermi stancato, per l'abbonamento prima voglio vedere la campagna aquisti, basta comperare a scattola chiusa, e penso che piu' di qulcuno la pensi cosi'.

zanetti*

Sig. Specchietto per le allodole emoticon

carlodeimaltesi

Krapfen al gianduiotto e così non ho commenti..

InGinoWeTrust

emoticon

Uafa81

Pensavo l'avessero fatta in inglese.

pa170

Siamo tutti sulla stessa barca
battente bandiera panamense

ferrigiak1

vosti i risultati consiglio vivamente il database di PES2018 per risparmiare sullo scouting e spendere quei soldi per giocatori decenti.

fulviofeIlet

Grande Oliva ama fulviofellet ma alla fine è federica mano amica a far contenti tutti e due...

Zio Tibia

Ragazzi, stasera per la prima volta ho provato il tiramisù alla nutella.. Fantastico!

Omar-il-Grigio

Ringrazia Gino.

Bausar

... al netto delle 5 vittorie di fila, grazie all'olandese e a De Paul, è chiaro a tutti (quelli che frequentano la Dacia Arena ovviamente) che la squadra è futuribile. Solo infortuni e tanta tanta sfortuna hanno fermato i ragazzi... ma questo solo chi mastica calcio lo può capire.
Balic, quando riuscirà ad espletare i bisogni fisiologici senza il pannolino (è ancora un bimbo) forse riuscirà a dimostrare qualcosa. Al contrario di Barak che al Real Madrid gli hanno già riservato il numero 7...
Solo un abbonato può capire che l'olandese è il pilone portante per costruire la squadra del futuro.
Perché lassù, nel gabbjiotto, qualcuno ci ama ... ☺

Stefpote

Bausar un idolo

Littlemikko

Adesso però vorrei sapere di che sfortuna stai parlando......

ramirez

Bausar for president ! emoticon

Der blau Adler

Cioè..ma vi rendete conto: FF e Oliva Ascolana hanno (in realtà ha, visto che è la stessa persona) passato la giornata a rispondere le stesse, identiche cose a tutti!!! Curiti và, c’a l’è miei... (i soi di là da l’âghe...) Veramintri Fulvio, tu mi preocupis... ma na atu nuja di fa, via pal dì? Cjata un canteir da ‘zì a cjalà.. magâri tu cjatis encja da veir tifous coma te!!!!

InGinoWeTrust

Non intromettetevi nel patetico, veramente patetico, siparietto FF/Oliva, per favore. Lasciatelo estinguere da solo. IGNORATELO!

Satrapone

Guarda che vanno ignorati tutti e due SEMPRE, come sto facendo io

Luca69

Hai ragione, ma è interessante vedere a cosa si spinge la miseria umana!
Dialoga addirittura con se stesso, con due Nick fasulli!
Inimitabile.

RobRoy33

dopo queste parole sono commosso, rassicurato, fiducioso
e vedo un futuro roseo e radioso della squadra!
Qualcuno sa dirmi se domenica si può già fare l'abbonamento per il prossimo anno?

fulviofellet

.....la hai fatto questo anno?....

Sul piccolo schermo

Interviste esclusive

Conferenze stampa

Vita da Club

Coppa Italia

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio