Home / Blog bianconeri / Giacomini: il pari sarebbe stato il risultato più logico

Giacomini: il pari sarebbe stato il risultato più logico

Ma la vittoria è meritata

Giacomini: il pari sarebbe stato il risultato più logico

Seconda vittoria di fila per l'Udinese. Un successo che mister Massimo Giacomini alla vigilia aveva pronosticato. Ospite a 'Bianconero', l'ex tecnico dell'Udinese ha commentato la gara contro l'Atalanta: "L'Udinese ha vinto, come avevamo previsto. Il Sassuolo aveva segnato solo 5, aveva l'attacco più debole del campionato e non lo abbiamo sofferto molto. Barak ha fatto un gol mercoledì e uno più bello con l'Atalanta. L'Atalanta ha fatto troppi 'tacchi' e sono stati rullati. Il risultato più logico era il pari, ma l'Udinese ha meritato perchè non ha mai mollato. E' stata premiata con la vittoria, nonostante i 3 minuti incredibili, con la follia di Maxi, la parata del rigore, loro si sono buttati in avanti, De Paul ha graziato la Dea. Abbiamo cambiato un po' la formula mettendo Barak alle spalle di Maxi Lopez e il ceco è stato determinante. Tra i migliori in campo Alì Adnan, Nuytinck tra i peggiori. Maxi ha lottato ma non ha fatto guizzi. Poi ha fatto la follia del rigore, per fortuna è andata bene perchè Bizzarri ha parato. Non è stato calciato benissimo".

Perchè più giusto il pari? "Nel complesso sì. Ilicic era partito bene, poi ha iniziato a fare i suoi soliti ghirigori. Atteggiamento superficiale, Gasperini si è arrabbiato".

Si può guardare positivo? "Dal mio punto di vista, dai primi di dicembre la squadra avrà anche una condizione fisica migliore".

Scuffet e Bizzarri: "In questo momento il titolare è l'argentino. Deciderà Delneri fino a quando: se Bizzarri ad un certo punto non funziona, mette dentro Scuffet".

Tutto da buttare, prima? "Con la Juventus l'Udinese aveva giocato un buon primo tempo, meritavamo il pari. Poi c'è stato il crollo".

Il turn over motivazionale? "Mette i giocatori in una condizione di fare allenamenti ad alto livello. Ingelsson, ad esempio, si vede che si è allenato al massimo e ha fatto cose importanti. Ha fatto una buona partita contro l'Atalanta. Se qualcuno passeggia invece di allenarsi, lui non lo fa giocare. Matos gioca perchè si dà da fare. Alì Adnan è migliorato allenandosi. Matos domenica per quello che doveva fare, si vede che gli andava bene".

Fofana è stato criticato: "E' uscito tra i fischi, ma quando Delneri lo ha abbracciato sono arrivati gli applausi. Quando lui prende palla c'è sempre una grande accelerazione. Il problema fisico lo ha condizionato. Lui ha tanta voglia di fare, credo che debba prendere più fiducia sotto l'aspetto fisico. Tutti si aspettano di più da lui, e lo fa lui stesso".

Larsen? "E' l'anonimo veneziano, pensa ancora di essere in Austria, sente sempre l'odore di crauti".

La Lazio? "La Spal ha pareggiato la prima partita con la Lazio. Giocano giovedì con il Nizza, domenica con noi: dovremo approfittarne"

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio