Home / Blog bianconeri / Behrami vs Udinese per la Nazionale

Behrami vs Udinese per la Nazionale

Il centrocampista infortunato vuole giocare gli spareggi che valgono il Mondiale

Behrami vs Udinese per la Nazionale

La maglia dell'Udinese è certamente importante, ma quella della Nazionale...Valon Behrami non ha mai fatto mistero di tenere tantissimo alla selezione elvetica. Già ha sofferto molto un mese fa quando, ancora una volta a causa di un infortunio, non ha potuto giocare. Ma, anche allora, aveva voluto rimanere in ritiro con i compagni impegnati contro il Portogallo per le qualificazioni ai Mondiali e l'Udinese era intervenuta, in seguito, impedendogli di raggiungere i compagni a Lisbona.

La situazione si è ripetuta un mese dopo. Behrami, per il quale gli esami strumentali effettuati dallo staff medico hanno diagnosticato sette giorni fa "una lesione del bicipite femorale della coscia sinistra", ha comunque risposto alla nuova convocazione della Svizzera. Un mese fa, di fronte al bollettino medico che parlava di "lesione di primo grado che interessa l’adduttore della gamba sinistra", il giocatore non era sceso in campo contro il Portogallo, ma aveva cercato di rimanere accanto ai compagni.  Quando l'Udinese lo ha richiamato, però, è rientrato.

Stavolta la situazione è più complicata e la stessa Federazione calcistica elvetica ha avvisato che Behrami rimane a disposizione del Ct. Petkovic. Valon, oltre che prezioso giocatore per la mediana svizzera, è anche importante uomo spogliatoio e, di fronte a due gare fondamentali per il pass a Russia 2018, stavolta non intende mollare. Lui stesso ha detto chiaramente che si prende tutte le responsabilità: se non già questa sera in Irlanda, il centrocampista punta ad esserci domenica a Basilea nel ritorno della doppia sfida che vale la partecipazione ai prossimi Mondiali.

D'altro canto, lo si sapeva, Behrami non è un personaggio facile da gestire, ha un carattere molto forte e si è sempre distinto per abnegazione: anche per questo gli è già capitato di trovarsi al centro di polemiche. 

Come andrà a finire stavolta? L'Udinese ha detto la sua nel comunicato in cui faceva sapere che "Se l’ASF non rilasciasse il giocatore o decidesse di impiegarlo nelle partite in programma, Udinese Calcio si riserva il diritto di procedere di fronte a tutti gli organi competenti di giustizia civile e sportiva nei confronti dei rappresentanti dell’AFS per violazione dei regolamenti FIFA e per qualsiasi eventuale danno alla salute del giocatore".

La Federazione non si è scomposta più di tanto e, ignorando la circostanza dell'infortunio, ha prontamente replicato che il giocatore rimarrà con la sua Nazionale fino ad un eventuale intervento contrario da parte della Fifa. Claudio Sulser, delegato della Nazionale svizzera, a Silvio Reclari di RSI.ch ha spiegato bene come stanno le cose. In sostanza è vero che la Federazione è in torto per il ritardo con cui ha inviato la convocazione, ma questa circostanza si è già verificata in passato e l'Udinese non ha mai obiettato nulla, non aveva mai contestato questo modo di procedere. "Quando una prassi viene accettata, anche se contraria alle regole, alla fine vale quella prassi secondo il principio della buona fede", il pensiero personale di Sulser

Situazione che ha amareggiato Behrami, ma anche tutto l'ambiente bianconero...Ma, al di là delle questioni 'formali', Valon non era infortunato?

SUL PICCOLO SCHERMO

Interviste esclusive

Vita da Club

Primavera e giovanili

Serie B

Lega Pro

Internazionali

Calcio